La chimica dell’acqua: un giallo ambientato a Milano

Il corpo ondeggiava lento, pacato, come se fosse immerso nel liquido amniotico, ma senza una vita davanti.

Ho avuto la fortuna di leggere parecchi libri questa estate. Leggo di tutto, evitando però alcuni generi che potrebbero farmi perdere il sonno. Horror e thriller, infatti, non fanno per me. I noir neanche.

Un bel giallo, invece, soprattutto se ben costruito, libera il detective che risiede in qualche luogo nascosto del mio animo.

Ebbene, con La chimica dell’acqua, il primo romanzo di Sara Kim Fattorini, è stato amore a prima vista.

La chimica dell’acqua è una storia intricata, che solca le vite di innumerevoli personaggi, tutti per bene, di un certo giro. Tra questi si distinguono signore che nascondono le proprie afflizioni sotto bionde meches e dietro costosissimi occhiali da sole, ma anche figli anafettivi di padri assenti e madri remissive, per non parlare delle amiche decisamente disturbate.

A ricercare l’assassino di Attilio, avvocato fiscalista di una certa età con uno spiccato gusto per la poligamia, l’investigatore privato Guglielmo Corna che usa la propria professione per scrutare l’animo altrui ed il proprio.

Come dicevo sopra, la storia è un intreccio di molte vite con un finale assolutamente a sorpresa!

Milano fa da sfondo alle ricerche dell’investigatore Corna: dall’ultima cena di Attilio presso il Ristorante Giacomo Bistrot, ai giardini di Porta Venezia passando per Corso Buenos Aires e via Oldofredi, la Stazione Centrale e la sua Piazza Duca d’Aosta, fino a via Galvani e via Pola.

Ovviamente, non può mancare il commissariato situato in via Poma ed il nostro bellissimo Duomo con le sue guglie e la sua (a)dorata Madonnina.

Ho avuto la fortuna di conoscere Sara Kim Fattorini, l’autrice de La chimica dell’acqua prima dell’estate in occasione di una serata organizzata da SEM, Casa Editrice Milanese, per la presentazione del libro di Roberto Venturini Tutte le ragazze con una certa cultura hanno almeno un poster di un quadro di Schiele appeso in camera.

Ho trovato Sara Kim Fattorini di una simpatia fuori del comune. Credo che sia davvero il caso di approfondire la sua conoscenza!

Vuoi restare aggiornato su tutte le storie pubblicate su MilanoCool.it? Metti un Mi Piace e condividi con i tuoi amici!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.