La #MFW, Orange Fiber e il tessuto d’alta moda prodotto dagli scarti delle arance – quinta parte

L’abbiamo incontrata lo scorso anno ai Green Carpet Fashion Awards della #MFW, dove Orange Fiber ha ottenuto il Premio per Tecnologia e Innovazione per il tessuto ricavato dai sottoprodotti agrumicoli.

All’ombra dell’Etna nasce un’azienda molto speciale

Orange Fiber è nata nel 2014 nella terra degli agrumi per eccellenza: la Sicilia.

A Catania, all’ombra dell’Etna, Adriana Santanocito – ideatrice – ed Enrica Arena, fin dal 2012, hanno sviluppato, in collaborazione con il Politecnico di Milano, un processo del tutto nuovo, impiegando le 700.000 tonnellate di scarti che l’industria agrumicola produce annualmente.

Lo studio ha dato origine ad un tessuto eco-friendly ed un notevole risparmio nei costi di gestione e smaltimento degli scarti.

Brevettato il processo in Italia nel 2013, lo stesso è stato poi esteso l’anno successivo a livello internazionale.

Dal 2014 inizia l’impegno per la produzione industriale di tessuti d’alta moda, con la presentazione dei primi prototipi alla Vogue Fashion Night Out, la registrazione del marchio in Italia e l’individuazione di partner strategici che potessero essere coinvolti nella produzione, attraverso la conversione di un impianto di trasformazione agrumicola.

Finalmente, nel dicembre 2015, l’impianto pilota siciliano è pronto per produrre quanto necessario a garantirci la presenza sul mercato.

La filiera di produzione è complessa e si sviluppa su paesi diversi:

  • si parte in Sicilia dove viene estratta la cellulosa atta alla filatura
  • si passa poi in Spagna, dove la cellulosa viene trasformata in filato
  • si ritorna in Italia, nella zona di Como, dove il filato viene tessuto dando origine a Orange Fiber

Orange Fiber per Salvatore Ferragamo

Orange Fiber è un tessuto di alta qualità che si sposa con l’alta moda.

E’ da questa visione che è nata la collaborazione con Ferragamo, da cui è nata la Ferragamo Orange Fiber Collection, presentata lo scorso aprile in occasione della Giornata della Terra.

Quella della celebre maison fiorentina, è la prima collezione moda realizzata con Orange Fiber e deriva dall’impegno di Salvatore Ferragamo verso quegli stessi valori di produzione etica che sottostanno al nostro progetto.

Orange Fiber è disponibile in tre varianti, che vedono un raso e un popeline, ottenuti dalla tessitura del nostro filato con seta e cotone, e un twill 100% Orange Fiber, impalpabile e leggero, molto simile alla viscosa.

I nostri tessuti nascono di colore bianco, avendo così la possibilità di tingerli, stamparli, lavarli come un qualunque tessuto tradizionale. Inoltre, stiamo lavorando per allargare le tipologie di prodotti  così da soddisfare tutte le esigenze delle case di moda.

Orange Fiber ha degli innegabili vantaggi rispetto alla crescente richiesta di cellulosa per uso tessile:

  1. preserva le risorse industriali
  2. preserva le risorse naturali (a differenza delle fibre derivanti da legno, canapa e bambù)
  3. non produce scarti industriali
  4. riduce l’uso di acqua
  5. riduce l’uso di pesticidi inquinanti

Il processo di produzione di Orange Fiber è in fase di miglioramento continuo con l’obiettivo di ottimizzare i costi di fabbricazione e rendere il modello riproducibile.

Come ci vediamo nel futuro?

Noi vogliamo diventare il first mover italiano nel segmento dei tessuti sostenibili attraverso una produzione “green” di tessili cellulosici da fonti rinnovabili e creare un marchio tessile altamente riconoscibile e differenziato dagli altri per l’impegno nella tutela dell’ambiente e la trasparenza dell’intera catena di produzione.

Chi è Orange Fiber?

5 membri per questa azienda catanese decisamente all’avanguardia. Vediamoli insieme:

Iniziamo da Adriana Santanocito, CEO & socio fondatore, specializzata in fibre tessili innovative, per passare ad Enrica Arena, CMO & socio fondatore, specializzata in marketing, comunicazione e raccolta fondi. Troviamo poi Francesco Virlinzi e Antonio Perdichizzi, entrambi imprenditori, e Corrado Blandini, legale.

Ai suddetti membri, si uniscono quattro collaboratori con competenze diverse: un chimico industriale, uno specialista di processo tessile, un advisor di management aziendale e venture financing e una social media specialist.

Se Catania è la città che ha visto la nascita del progetto, Milano è la metropoli dove bisogna essere per seguire eventi e tessere relazioni commerciali. A Rovereto, invece, Orange Fiber ha una sede operativa all’interno del Progetto Manifattura.

Guglielmo Fiocchi; Adriana Santanocito; Mira Duma; Enrica Arena; Derek Blasberg

Ma vediamo più da vicino le due fondatrici di Orange Fiber.

Adriana Santanocito, ideatrice e Co-Founder, è nata a Catania, e dopo il corso triennale in Fashion Design presso lʼAFOL Moda di Milano, che la vede specializzarsi in materiali tessili e nuove tecnologie per la moda, ha voglia di sperimentare e di sperimentarsi in un progetto che vede nascere un tessuto sostenibile da una semplice arancia.  Ha seguito tutte le fasi del progetto, dallo ricerca allo sviluppo, con la collaborazione del Politecnico di Milano. Oggi, è impegnata nella gestione dell’azienda e nello sviluppo del prodotto.

Enrica Arena, Co-Founder e catanese di nascita, dopo una laurea in Cooperazione Internazionale per lo sviluppo e in Comunicazione, ha esperienze in ambito comunicazione no profit e project management tra cui un anno in Egitto come PR e Project Management per la Bibliotheca Alexandrina e per UNDP-Egypt. Sulla base di queste esperienze, è nata la sua passione per l’aspetto “sociale” dell’imprenditoria come motore per la crescita. Unitasi a Orange Fiber, ha contribuito a dare corpo al progetto attraverso le sue capacità di comunicazione. In Orange Fiber si occupa di project management, insieme ad Adriana Santanocito, di comunicazione, partecipazione a bandi e concorsi.

Finanziamenti & Premi

Abbiamo raccolto circa 300.000 € tra fondi pubblici (ammesso al finanziamento sul programma Operativo
FESR 2007-2013 della Provincia Autonoma di Trento con il contributo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale;
ammesso al finanziamento Smart&Start, Invitalia – Ministero Sviluppo Economico) e privati.

Inoltre, di recente, abbiamo ricevuto un contributo di 150.000 € in quanto vincitori della prima edizione del Global Change Award della H&M Foundation che seleziona e premia le idee più innovative e sostenibili nell’ambito della moda. Orange Fiber è uno dei 5 progetti vincitori fra gli oltre 2.700 provenienti da 112 Paesi diversi.

Altri premi

Così, Adriana Santanocito ed Enrica Arena hanno commentato la loro presenza al G7, tenutosi lo scorso maggio 2017 a Taormina nella splendida cornice del ristorante La Baronessa, ed avente per tema Sostenibilità e innovazione:

Orange Fiber è il nostro impegno per una moda più green ed eticamente corretta; è il sogno che con determinazione perseguiamo per far sì che si trasformi in una realtà capace di fare la differenza e contribuire ad un processo di sviluppo economico, sociale ed ambientale all’insegna della sostenibilità. Presentare il nostro progetto a questa platea d’eccezione è stato un onore immenso e un’opportunità unica per puntare i riflettori sui temi della sostenibilità e dell’innovazione e per valorizzare la creatività, il saper fare e l’eccellenza del più autentico Made in Italy. Ringraziamo di vero cuore la Presidenza Italiana per aver scelto la nostra azienda in rappresentanza dell’innovazione del nostro Bel Paese e gli ospiti intervenuti per l’apprezzamento e il calore dimostrato.

le fondatrici di Orange Fiber con Melania Trump

Oltre ad aver presenziato al G7, Orange Fiber ha ricevuto innumerevoli premi fin dalla sua nascita. Eccoli di seguito:

  • Technology and Innovation Award 2017 – Green Carpet Fashion Awards Italia (Camera Nazionale della
    Moda Italiana, Eco Age)
  • EY Entrepreneurial Winning Women EU Class of 2016 – Ernst & Young Global Limited.
  • Premio Nazionale per l’Innovazione “Premio dei Premi” 2016 (Design italiano) – Repubblica Italiana, ADI
    Associazione per il Disegno Industriale.
  • ELLE Impact2 for Women 2016 Italia – ELLE, Comptoir de l’Innovation, Gruppo Intesa San Paolo.
  • Compasso d’Oro 2016 (Finalista per la categoria ricerca per l’impresa) – ADI Associazione per il Disegno
    Industriale.
  • Premio per l’Innovazione 2015 ADI DESIGN INDEX – ADI Associazione per il Disegno Industriale.
  • ITMA Future Materials Awards 2015 – (Finalisti) ITMA
  • Ideas 4 Change Award 2015 – UNECE Ginevra.
  • Changemakers for EXPO 2015 – Telecom Italia, EXPO 2015, Make a Cube.
  • Alimenta2Talent 2013 – Comune di Milano, Parco Tecnologico Padano.

#labiografadelweb vota Orange Fiber tutta la vita!

Vuoi restare aggiornato su tutte le storie pubblicate su MilanoCool.it? Metti un Mi Piace e condividi con i tuoi amici!

Be the first to comment on "La #MFW, Orange Fiber e il tessuto d’alta moda prodotto dagli scarti delle arance – quinta parte"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.