Da Milano alle Zone Blu: Pioppi è un angolo di paradiso dove andare in vacanza

Inserita ad honorem tra le cosiddette Zone Blu, Pioppi è uno di quei luoghi marini che mantiene intatte le proprie caratteristiche ed il proprio fascino, rinunciando al progressivo imborghesimento tipico di molte località con vista sul mare.

Arrivare a Pioppi significa immergersi in un paesaggio da cartolina: il paese si distende lungo una piccola baia con la sua passeggiata sul mare Tirreno dove qualche negozio fa compagnia al visitatore, ma niente di così invadente da distogliere lo sguardo dalle bellezze naturali del Cilento. A Pioppi è ancora possibile respirare l’aria marina, ricca di iodio, e nuotare in acque cristalline!

La piccola cittadina, poi, è davvero una perla.

Situata nella provincia di Salerno a breve distanza da Pollica, Pioppi è rinomata per le sue spiagge di facile accesso. Non a caso, Pioppi fu fondata dai Greci e, successivamente abitata da Romani, Normanni ed altri signori che posero qui una delle proprie residenze. Anche i Saraceni fecero la loro parte, purtroppo radendo al suolo l’antica cittadina e costringendo i residenti a spostarsi per un po’ verso Pollica e Casal Velino.

Ma c’è un fatto per cui Pioppi è assurta alla cronaca internazionale: la dieta Mediterranea.

Tutto è cominciato con un medico cardiologo americano, Ancel Keys, che intendeva capire come mai gli abitanti di Pioppi fossero così longevi. Ancel Keys concluse che la ragione della loro salute risiedeva nel tipo di alimentazione che veniva seguita e in uno stile di vita attivo.

Da convinto sostenitore del detto per cui l’uomo è ciò che mangia, Ancel Keys studiò la famosa razione K per l’esercito americano, decretando la superiorità della Dieta Mediterranea su ogni altro tipo di alimentazione.

Non a caso, forse, Ancel Keys spese il resto dei suoi giorni a Pioppi, morendo nel 2004 a 101 anni suonati!

Più recentemente, Pioppi è diventata oggetto di studio da parte di un altro cardiologo – questa volta di origini britanniche – interessato a capire da dove originasse lo stato di salute degli abitanti di questo villaggio del Cilento che – oltre a vivere molto a lungo – pare siano esenti dalle tipiche malattie degenerative che assillano il resto del mondo occidentale.

Il dr Aseem Malhotra ha scritto anche un protocollo – The Pioppi Diet – che, in 21 giorni, sarebbe in grado di ripristinare la salute, utilizzando gli alimenti tipici della dieta mediterranea, tra cui frutta e verdura fresche, legumi, cereali integrali, pesce e un po’ di carne, olio di oliva.

E, ovviamente, a Pioppi non poteva mancare un museo, unico nel suo genere, dedicato alla Dieta Mediterranea.

Il museo ha come scopo la promozione di uno stile di vita salutare. Copre non solo l’area della cultura gastronomica dell’area, ma anche gli aspetti economici, sociali, storici e geografici di una tradizione millenaria che fonda le sue basi su pesce, frutta e verdura a km 0, legumi, vino con moderazione, formaggio locale, olio di oliva e un po’ di carne.

Pioppi, come tutto il Cilento, merita una visita. E’ un luogo magico, dove godere del sole, dell’acqua cristallina, delle colline che invitano ad una passeggiata tra vigneti e uliveti, alla ricerca del segreto della longevità.

Tutti in gita con #labiografadelweb?

Vuoi restare aggiornato su tutte le storie pubblicate su MilanoCool.it? Metti un Mi Piace e condividi con i tuoi amici!

Be the first to comment on "Da Milano alle Zone Blu: Pioppi è un angolo di paradiso dove andare in vacanza"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.