Fondazione Pangea Onlus ricomincia dalle donne

Io credo che un mondo evoluto non possa convivere con la disparità di trattamento e, tantomeno, con la violenza.

Ha poco senso, infatti, precludere l’accesso allo sviluppo economico, sociale e culturale, al più potente motore che il mondo ha a disposizione: le DONNE.

Se tra gli obiettivi dello sviluppo figurano il miglioramento delle condizioni di vita, l’abolizione della miseria, l’accesso a un lavoro dignitoso, la riduzione delle ineguaglianze è del tutto naturale partire dalle donne.

(Muhammad Yunus – Premio Nobel per la Pace 2006)

Mi chiedo, però: che altro scopo possono avere le opportunità create dall’attuale avanzamento tecnologico se non quello di essere a disposizione di tutti, rendendoci al contempo migliori?

Quest'anno vi abbiamo raccontato storie, speranze e sogni. Ora vi diciamo, semplicemente, Buon Natale e Felice 2018.Grazie a voi che ci seguite ogni giorno e ci sostenete, alle donne e ai bambini dei progetti, alle aziende e ai saloni di bellezza e, infine, a un amico che ha scelto di essere al nostro fianco: luca Tommassini. Grazie! #siamotuttipangea

Pubblicato da Silvia Redigolo su Venerdì 22 dicembre 2017

Purtroppo, leggendo la mission della Fondazione Pangea Onlus, l’Italia di oggi – ma non solo – è davvero lontana da un ideale di inclusione e di pace.

Fondazione Pangea Onlus ricomincia dalle donne

Come evidenzia Jorge Rodríguez-Gerada, in arte JR, artista e autore del film-progetto Women are Heroes presentato a Cannes nel 2010:

…in tempo di pace le donne sono lasciate a sé stesse, in tempo di guerra diventano bersagli.

Con il proprio impegno, Fondazione Pangea Onlus paga il proprio tributo a tutte le donne che, a dispetto di ogni difficoltà, continuano a lottare per un mondo migliore.

Fin dalla sua nascita nel 2002, Fondazione Pangea Onlus lavora, innazitutto, educando le donne a propri diritti: dall’istruzione alla formazione professionale, dalla salute alla microfinanza, fino ad arrivare alla creazione di attività che generino reddito.

Il punto di partenza del cambiamento è la consapevolezza del proprio valore che permette alle donne, vittime primarie di quotidiana violenza – per lo più domestica, a cercare accoglienza ed aiuto, ricostruendo intorno a sé un ambiente sicuro.

Ciò che non è pienamente compreso si ripete.

(Jiddu Krishnamurti)

Da segnare, l’indirizzo dello Sportello antiviolenza Online: www.sportelloantiviolenza.org.

Non solo Italia: l’esperienza in Afghanistan e India

L’Afghanistan è un paese che conta una serie di problematiche, tra le quali:

  • di 1000 bambini nati viti, 116 perdono la vita prima dell’anno di età;
  • il reddito medio è di 80 euro al mese, di cui 30 euro servono a pagare l’affitto di una casa con una sola stanza stipata di bambini;
  • quasi la metà della popolazione ha meno di 14 anni ed un terzo dei bambini dai 4 ai 14 anni lavora.
  • Più del 60% della popolazione è analfabeta: perlopiù donne.

Attraverso il Progetto Jamila, Fondazione Pangea onlus permette alle donne di studiare, imparare un lavoro e, attraverso il microcredito, avviare un’attività che permetta loro di mantenere i propri figli.

Il Progetto giovani sordomuti, invece, contribuisce a dare un luogo sicuro a 500 alunni che, altrimenti, sarebbero totalmente esclusi dalla società perché affetti da un particolare handicap: sono o sordi o sordomuti.

Se, per parecchi occidentali, l’India è luogo di templi e strane divinità, nella realtà, per la popolazione locale, vi è poco di mistico. Ed è in questa parte di India, dove si muore ancora di parto e dove il 70% della popolazione vive con meno di 1 dollaro al giorno che opera Fondazione Pangea onlus.

La promozione del lavoro, l’eliminazione della povertà, la rimozione delle discriminazioni e delle violenze verso le donne, la disponibilità delle cure sanitarie sono solo alcuni degli obiettivi che Fondazione Pangea onlus persegue con i suoi progetti.

Attraverso il Progetto Donne Disabili, la fondazione porta aiuto a donne che, altrimenti sarebbero emarginate.

La Casa Pangea Calcutta raccoglie bambine e donne che coraggiosamente escono dall’isolamento a cui erano state condannate dalle proprie famiglie.

Il Progetto di Microcredito a Varanasi promuove l’emancipazione economica, concedendo piccoli prestiti che permettono l’avvio di imprese i cui introiti possano sfamare le famiglie.

Fondazione Pangea onlus persevera nella sua attività che mette al centro la lotta contro la violenza e la rimozione degli ostacoli che, ancora oggi, impediscono alle donne di godere a fondo della propria vita attraverso i propri legittimi diritti.

Siete ansiosi di dare una mano? Una visita al Bazar Pangea è uno dei modi per aiutare la Fondazione Pangea onlus!

Vuoi restare aggiornato su tutte le storie pubblicate su MilanoCool.it? Metti un Mi Piace e condividi con i tuoi amici!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.